Pro-Test Italia

L’Onorevole Bernini ci riprova

3 ottobre 2014. Apprendiamo che i deputati grillini Ianuzzi e Bernini, in vista della manifestazione contro lo stabulario di Ferrara di sabato 11 ottobre,  hanno deciso di fare visita alla struttura per accertarsi sulle condizioni di benessere degli animali stabulati.
L’accesso è stato loro negato. L’Onorevole Bernini, indignato, scrive un post su Facebook con  un’immagine ad alto impatto emotivo, un richiamo al film horror “Non aprite quella Porta” con la solita figura di repertorio: una scimmietta triste dietro le sbarre, in cui testualmente si legge “Parrebbe che in questo paese un parlamentare può ispezionare ospedali, carceri, basi militari e luoghi di interesse strategico, ma non lo stabulario di Ferrara”, insomma una riedizione del buon vecchio “Lei non sa chi sono io”.

Invece noi sappiamo benissimo chi è Lei, Onorevole Bernini. Lo sappiamo perché poco meno di 4 mesi fa ha fatto la stessa cosa allo stabulario di Modena. Visto che ha la memoria corta, Le ricordiamo i fatti:

Si è presentato davanti alla struttura per valutare personalmente il benessere degli animali stabulati, (un po’ come è successo a Ferrara), è stato accolto, gli hanno fatto fare la visita dello stabulario,  inoltre gli è stato spiegato che tipo di esperimenti si svolgevano e a cosa servivano.
Lei ha pensato bene di riprendere di nascosto. Ha poi pubblicato un video grottesco, con spezzoni di immagini decontestualizzate di scimmie malate, facendo credere che fossero quelle di  Modena. Ha utilizzato l’audio dei ricercatori montato ad arte, sembrava che ammettessero che durante le operazioni chirurgiche non si faccia l’anestesia e che la ricerca di base sia inutile.

A che serve visitare una struttura quando è già in programma una manifestazione contro di essa organizzata da mesi dal suo accompagnatore a cui è stato  ovviamente negato, come a Lei, l’accesso?   Fa contestazione preventiva? Prima protesta e poi chiede di entrare? Non sarebbe più intelligente invertire l’ordine delle cose?

Noi, che abbiamo avuto modo di conoscerLa, ci chiediamo: Cosa sarebbe potuto succedere all’Università di Ferrara se avesse permesso l’accesso all’Onorevole Bernini?
Possiamo immaginarlo.
La manipolazione avvenuta a Modena l’abbiamo già spiegata in un primo video e ben riassunta qui e qui.

6030032700964864
Per chi è interessato, su Modena abbiamo pubblicato altri due video di approfondimento:
https://www.youtube.com/watch?v=TLMUF1urjNo

https://www.youtube.com/watch?v=SiCzMS_ZkHU

Per concludere, nessun finale è migliore di quello che avevamo scritto in occasione della Sua visita allo stabulario di Modena:

“Non si riesce a comprendere questo paradosso: se  i ricercatori non fanno entrare gli animalisti negli stabulari dicono che c’è qualcosa da nascondere. Quando li fanno entrare e gli spiegano nel dettaglio cosa succede e lo scopo degli esperimenti, gli animalisti strumentalizzano, e offrono al pubblico una visione alterata di come stanno le cose”

La soluzione risulta facile: chi non è più credibile merita solo di essere ignorato.

Advertisements

4 commenti

  1. “La soluzione risulta facile: chi non è più credibile merita solo di essere ignorato”
    C’è un errore di battitura: la forma corretta è CENSURATO, non IGNORATO. CENSURATO. La disinformazione consapevole deve diventare un reato grave.

    Mi piace

  2. Molta stima per voi. È davvero un peccato che individui come Bernini possano occupare uno scranno in parlamento a spese di tutti i cittadini.

    Mi piace

  3. Io condivido pienamente la decisione di non far entrare questi individui, ma d’altra parte sappiamo che cosi facendo avranno tante munizioni (strumentali e false, ovviamente) quante se fossero entrati. Ignorare o Censurare (ma censurare proprio non mi piace, come concetto) possono essere una prima risposta, ma credo che ci voglia molta piu proattivita’ da parte di chi la ricerca la fa, a partire da questi istituti, per dare la giusta informazione a tutti.

    Per fortuna da qualche anno a questa parte si comincia ad intravedere un po di luce, anche grazie a siti come questo, con un approcio piu attivo rispetto all’opinione pubblica, ma ancora oggi argomenti complessi come la SA subiscono piu di quanto sono in grado di “creare” (in termini mediatici e informativi, ovviamente).

    Bisogna riuscire a gettare le basi per cui essere politici “a favore della SA” (o di OGM, o di qualsivoglia altro argomento spinoso) non significhi automaticamente fare suicidio politico.

    Mi piace

Trackback

  1. l’Anno della Scimmia | Pro-Test Italia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: