Pro-Test Italia

Lettera aperta al Premier Renzi sulle prevaricazioni animaliste

Egregio Presidente del Consiglio,

Volevamo informarLa di un brutto episodio che è successo a Busto Arsizio, in provincia di Varese. La squadra di pallavolo femminile locale, che milita in serie A, a rotazione durante i match dava uno spazio per raccogliere fondi a disposizione ad associazioni no profit. Sabato 15 Marzo sarebbe stato il turno della ProRett Onlus.

La sindrome di Rett è una malattia neurodegenerativa rara che si manifesta attorno ai due anni soprattutto nelle bambine, che perdono tutto il bagaglio di conoscenze e di nozioni apprese fino a quel momento, cosa a cui si associano disabilità dal punto di vista motorio e altri sintomi, tra i quali degli attacchi epilettici. Attualmente non esistono terapie risolutive ma solo sintomatiche, che mirano a rallentare il progredire della malattia, ma la speranza si ripone nella ricerca di una terapia genica e attualmente per queste ricerche viene utilizzato un modello murino.

Nulla di strano, finchè alcuni gruppi animalisti, tra i quali la sezione locale della LAV, hanno iniziato a mettere in atto una e vera propria persecuzione tramite mail-bombing, telefonate e attacchi nei social network nei confronti della squadra ,“Unendo -Yamamay” di Busto Arsizio, per costringerla ad annullare l’iniziativa. La motivazione addotta dagli animalisti è che, essendo questa un’associazione che finanzia la ricerca sulla Sindrome di Rett, i soldi avrebbero finanziato esperimenti portati avanti tramite la sperimentazione animale. Per evitare disordini, la Unendo-Yamamay ha annullato l’evento.

E’ scandaloso che dei gruppi organizzati possano permettersi di portare avanti questo tipo di vessazioni; la cosa è ancora più grave in quanto viene colpita di nuovo la ricerca su una malattia rara. Come è già successo alcuni mesi fa con Caterina Simonsen, manca il rispetto delle fatiche che famiglie e persone quotidianamente devono superare per sopravvivere e per vivere una vita dignitosa. Ci chiediamo fino a quando questi atti di intimidazione rimarranno impuniti e se è possibile che associazioni che utilizzano questi sistemi per prevaricare i diritti dei più deboli possano poi essere accettate come interlocutori istituzionali con le amministrazioni e i governi a discutere di bandi e normative. Servirebbe che il Governo iniziasse a prendere seriamente l’estremismo animalista, che non permetta, come spesso accade in Italia, che per questi atti ci sia la più completa impunità.

Distinti Saluti

Il Direttivo di Pro-Test Italia

Annunci

13 commenti

  1. Bisogna aggiungere che, oltre alla Yamamay, gli “animalisti” hanno effettuato centinaia di email e telefonate alla Airett Onlus (l’associazione italiana che si occupa dell’informazione e del sostegno contro la SdR).
    Le telefonate e le email presentavano varie ingiurie, offese e minacce di morte. Quest’ultime non erano rivolte solamente ai membri dell’associazione, ma anche ai loro figli nonché addirittura ai bambini afflitti dalla SdR.
    “Scandaloso” è un euferismo: siamo arrivati all’odio cieco ed irrazionale derivato dal fanatismo ideologico.

    Mi piace

    • Purtroppo queste assocciazioni tipo LAV e la LAV stessa sono finanziate dallo stato, rubando energie alla ricerca per il bene delle persone. Tra l’altro oltre a essere mantenuti con le tasse versate dagli italiani sono delle vere e proprie BESTIE amano di più un topo che un bimbo !!!
      Renzo

      Mi piace

  2. Basterebbe perseguire queste persone come terroristi.

    Mi piace

  3. Come si fa a firmare la lettera?

    Mi piace

    • dario parazzoli

      Chiara, non è stata pensata come lettera collettiva anche se l’idea è ottima e la considereremo.

      Mi piace

  4. anch’io volevo firmare e far firmare la lettera: nel caso la consideriate, ci sono!

    Mi piace

  5. Personalmente non mi piacciono le minacce, sono per la protesta pacifica, anche se non sono d’accordo con le sperimentazioni sugli animali che non hanno base scientifica (per quanto si continui a dire il contrario) non mi permetterei mai di minacciare nessuno, al massimo esprimerei la mia opinione poi ognuno fa quello che vuole. Se una manifestazione non mi piace per vari motivi non faccio altro che non parteciparvi, se una ditta usa certi sistemi per i quali non sono d’accordo non faccio altro che non comperare i suoi prodotti. Questa la vedo come democrazia vera, poi come ho detto, ognuno fa come vuole, nei limiti della legge, prendendosi le sue responsabilità a livello morale e karmico, che uno ci creda o meno. Questo è il mio pensiero… ultimamente gli animalisti ma anche i vegani sono diventati una sorta di falange armata, guidata da una ignoranza al contrario ovvero credono di fare bene invece si tagliano le gambe da soli….

    Mi piace

    • Quindi se mai dovessi ammalarti non dovresti usare praticamente NESSUN farmaco …. visto che sono tutti sperimentati su animali … e poi finiamola con la storia che S A non ha fondamenti scientifici: cosa dovremmo dire di omeopatoa agopuntura e via discorrendo ? Coernza, questa sconosciuta …

      Mi piace

Trackback

  1. Boicottaggio della Beneficenza di Unendo-Yamamay: la Spietata Crudeltà degli Animalisti | In Difesa della Sperimentazione Animale
  2. Boicottaggio della Beneficenza di Unendo-Yamamay: la Spietata Crudeltà degli Animalisti | laVoceIdealista
  3. Beneficenza boicottata, i nazi-animalisti colpiscono ancora | The Fielder
  4. How to help girls with Rett syndrome, and strike a blow against extremism! | Speaking of Research

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: